MILANO URLA I SUOI NO. MANIFESTAZIONE A PORTA VENEZIA

MILANO URLA I SUOI NO. MANIFESTAZIONE A PORTA VENEZIA

Una manifestazione nazionale “di matrice assolutamente non violenta” ha invaso oggiMilano. Circa 500-600 persone si sono incontrate a porta Venezia per dire “No alla crisi voluta dalle mafie che ci governano. No alla distruzione della vita umana e del pianeta. No al signoraggio bancario. No alla Geoingegneria clandestina, le scie chimiche ed Ogm. No ai vaccini micidiali. No alle politiche mafiose e criminali delle multinazionali. No al petrolio e alle sue multinazionali. No agli armamenti e alle politiche belliche. No al capitalismo consumistico. No alla distruzione dell’intelligenza degli italiani e della nostra scuola. No alla distruzione della tradizione democratica, politica e solidaristica. No alla segretezza delle istituzioni e alla massoneria.”

La parata ha creato un collegamento virtuale tra Milano e Londra dove, contemporaneamente, si è svolta la manifestazione Anti Geo Engeneering/Pro humanity word peace protest che mirava a contrastare la geoingegneria, le scie chimiche e urlava a favore della pace mondiale e dell’umanità.

Le rivendicazioni dei manifestanti ha coperto un ampio spettro di materie e gli striscioni parlano delle paure degli italiani: “Scie chimiche e ogm, vaccini micidiali, uccidono i bambini le multinazionali” recita un cartellone tenuto da persone di generazioni diverse. Un altro diceva “no al signoraggio bancario, no alla Comunità europea” e ancora “Un mondo che rispetta il bene della vita, insieme si può fare, non conta la fatica”, “Fermiamo gli aerei militari che ci stanno avvelenando. No alle scie chimiche e Haarp”, “Sì alle energie rinnovabili”“Multinazionali=schiavitù”, “No al nuovo ordine mondiale”. I manifestanti, oltre che da Milano, arrivavano da varie parti d’Italia, come il Lazio, l’Emilia Romagna, la Toscana e il Veneto.

repubblica2La sfilata, pacifica, è partita da porta Venezia e si è terminata in piazza del Duomo, preceduta dai Carabinieri e seguita dalla Polizia ed è stata convocata da varie associazioni, tra le qualiRiprendiamoci il pianeta, Yoga e Salute, Movimento Valori e Rinnovamento e Tanker Enemy.

Il corteo era composto anche da donne e bambini, e ha intonato slogan come: “Strozzini, strozzini”, “Basta vaccini, salviamo i bambini”, “Basta bugie, sappiamo delle scie“, “Non farti gabbare dalla Trilaterale”, “L’Europa dittatura non offre soluzioni. La mafia si e’ comprata le nostre istituzioni”, “Saggi, massoni, sappiamo i vostri nomi” e “Siamo invasi dalle vostre basi, via la Nato dal nostro Stato”.

Fonte: http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/notizie-del-giorno/milano-urla-i-suoi-no-manifestazione-a-porta-venezia

Post Correlati

Commenti