La canapa ora anche in mattoni

La canapa ora anche in mattoni

In questo blog, tra tutti i materiali utilizzati per costruire (pannocchie, pietra, paglia, terra..), non è mai stata citata la canapa.
Essa, per descriverla molto brevemente, è una delle piante coltivate locali più antiche e in tre mesi riesce a raggiungere un’altezza di quattro metri. E’ considerata una pianta che esercita un’azione benefica a favore del terreno e le sostanze amare che contiene la rendono particolarmente resistente ai parassiti e pertanto non è necessario utilizzare dei pesticidi o degli erbicidi.

Le sua applicazioni sono molto varie, ma essa viene fabbricata perlopiù sotto forma di pannelli, che possono servire per isolare facciate, pareti, soffitti e tetti e come elementi fonoisolanti anti calpestio sotto pavimenti continui flottanti. Ecco, di queste informazioni io ne ero a conoscenza ma mi è nuova la produzione di mattoni di canapa!
Di che si tratta?
Un’azienda leccese specializzata in bioedilizia e case ecosostenibili, la Equilibrium (non ho ancora capito se il sito ufficiale dell’azienda è questo, visto che c’è scritto che la sede operativa è a Como), lo presenterà a Milano durante la fiera nazionale sugli stili di vita sostenibili “Fa la cosa giusta” che si terrà a Milano dal 30 marzo al 1 Aprile 2012.Il biomattone è realizzato da un biocomposito di canapa e calce e ha come caratteristica quella di migliorare la qualità dell’aria all’interno dell’abitazione ma anche di combattere l’effetto serra all’esterno. Il legno di canapa utilizzato nella fabbricazione del mattone è in grado di assorbire e sequestrare la Co2 dall’atmosfera.
Il biocomposto è formato dalla parte legnosa dello stelo della canapa, noto anche come canapulo, e un legante a base di calce. Il canapulo regala al mattone leggerezza e solidità, due proprietà che insieme sembrano alquanto insolite. Essendo infatti ricco di silice, il legno di canapa aiuta la calce a solidificarsi in poche ore e successivamente ad avviare il processo di pietrificazione che avviene col passare del tempo. Il mattone in canapa è un prodotto totalmente naturale con delle ottime proprietà di isolamento termico e acustico che permettono di fare a meno di alcuni materiali isolanti usati nell’edilizia tradizionale, ed è in grado così di migliorare l’ambiente interno all’abitazione.
E i vantaggi non sono finiti qui! Questi mattoni sono infatti anche biodegradabili e riciclabili e hanno la capacità di assorbire l’anidride carbonica nell’atmosfera e sono resistenti al gelo, agli insetti e ai roditori.
ecco prese direttamente dal sito le caratteristiche specifiche:
Blocchi prefabbricati in Natural Beton: biocomposito in canapa e calce di dimensione 20×50 cm.
Disponibili negli spessori di 8, 12, 15, 20, 25 e 30 cm.
Il Biomattone® è un materiale isolante massiccio con alta capacità isolante, bassa energia incorporata e capacità di assorbire CO2 dall’atmosfera: è il primo materiale edilizio a impronta di carbonio negativa.
La produzione del Biomattone®, viene effettuata con un procedimento ‘a freddo’ specifico, riducendo significativamente il consumo di energia.

 

Caratteristiche:
-Comfort termico, acustico ed igrometrico: Il Biomattone® è permeabile al vapore acqueo
-Resistente al fuoco, al gelo, ad insetti e roditori
-Assenza di fumi tossici in caso di incendio
-Basso consumo di energia durante la fabbricazione
-Riciclabile e biodegradabile a fine del ciclo di vita

 

Applicazioni:
-Costruzione ex novo di muratura isolante
-Isolamento esterno ‘a cappotto’ di edifici esistenti
-Isolamento interno di edifici esistenti
-Isolamento sottopavimento
-Vespaio areato
-Partizioni interne ad isolamento acustico

BASTA CEMENTO E W LA CANAPA!

Post Correlati

Commenti